Il Vulture è la culla del famoso vino rosso Aglianico del Vulture, ottenuto dai grappoli di Aglianico e certificato DOC (Denominazione di origine controllata) nel 1971 e la DOCG (Denominazione di origine controllata e garantita) nel 2011. Ci troviamo in Basilicata una piccola regione dell’Italia meridionale, bagnata dal Mar Tirreno a Sud-Ovest e dal Mar Ionio a Sud-Est.

Il Vulture è una zona che si estende nella parte nord della provincia del capoluogo di regione, Potenza, a ridosso del monte Vulture, un vulcano dormiente, attivo fino al Pleistocene (da 1,8 milioni di anni fa a 11.700 anni fa) superiore. Potendo con sicurezza affermare di conseguenza che la matrice dei terreni è vulcanica, osserviamo che vi sono da zona a zona, da comune a comune interessati dal disciplinare di produzione, alcune differenze. Differenze dovute, ovviamente, alle diverse epoche di eruzione del vulcano, alla mutazione nel tempo, in seguito a processi chimici, del magma e, conseguentemente, del tipo di roccia vulcanica, delle diverse bocche o caldare d’uscita (come quelle ad esempio ricoperte oggi da acqua, ossia i laghi di Monticchio), dei tipi di attività, sia di natura eruttiva che effusiva: tanto è che la storia del Vulture, viene suddivisa dai geologi sulla base dell’ordine di successione stratigrafica dei prodotti e dei caratteri petrografici degli stessi in tre periodi (Vulture Primordiale, Vecchio Vulture, Giovane Vulture).








facebook
Azienda Agricola Ofanto S.r.l. - P.IVA:01636640763 | Design: colucci©colucci - Web development: iscanet